Virtualizzazione dei server


Nelle aziende sono normalmente presenti diversi server, su alcuni girano processi importanti su altri invece sono presenti processi secondari e il costo del mantenimento del server supera l'utilità del processo in esecuzione.

Il ripristino di un server dopo la sua rottura è causa di elevati costi e problematici tempi di attesa.

In alcuni server girano sistemi operativi datati spesso non compatibili con i nuovi server.

 

La virtualizzazione può essere la risposta a tutti questi problemi e permette numerosi altri vantaggi.

 

Ci sono numerosi sistemi di virtualizzazione, tra tutti questi il più utilizzato è VMware.

L'architettura di un sistema virtualizzato varia in base al grado di sicurezza che si intende raggiungere.

Architetture complesse prevedono l'utilizzo di dischi in ridondanti condivisi da più server allo scopo di spostare i processi verso il server con più risorse disponibili e di subentro di una macchina in caso di errore di una di queste.

Questo tipo di architettura consente un'ottima sicurezza ma dei costi importanti.

 

La soluzione per le piccole aziende consiste nel virtualizzare su un solo server, fare delle copie periodiche delle macchine virtualizzate e un backup giornaliero dei dati. In questo modo in caso di rottura della macchina sarà sufficiente una nuova macchina con installato VMware sul quale ripristinare le copie delle macchine e i dati.

In una macchina è possibile installare più macchine virtuali con sistemi operativi diversi.

Per esempio su un nuovo server è possibile virtualizzare il vecchio gestionale in linux / Unix e il nuovo gestionale Windows.

Tenere un server per il vecchio gestionale ha un costo: manutenzione della macchina, consumo di corrente, spazio occupato, rischio di perdere i dati.

 

 

 

Questo sito impiega cookie di terze parti anche per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque elemento acconsenti all'uso dei cookie. Dettagli coockies